GUNMA: UN TESORO NASCOSTO.

Situata nel cuore del Giappone a cinquanta minuti da Tokyo, Gunma è facile da raggiungere. Dalla stazione centrale della capitale, il treno super espresso corre sulla linea Shinkansen e si collega con Takasaki, una delle principali città della prefettura insieme con Numata e Maebashi che ne è anche il capoluogo. 

C’è un fiore, il glicine – “fuji” in giapponese -,  che ci suggerisce di esplorare Gunma.

Il glicine sollecita molti aspetti simbolici in Giappone: rispetto, umiltà, resistenza, longevità. Nella prefettura di Gunma si trova una piccola cittadina con il nome emblematico di Fujioka, la collina dei glicini. Non è un caso che qui ci sia un parco dedicato, il Fuji no Saku OkaE’ un messaggio della prefettura di Gunma ad osservare il ritmo della natura nei colori dei glicini fioriti. E’ un invito a immergersi tra i fiori nei mesi di Aprile e Maggio e rilassarsiUn momento di contemplazione, così come sotto ai ciliegi in fiore, eppure più intimo.

SAKE DELI®: UN SERVIZIO DI CONSEGNA ESPRESSO IN GIORNATA!

FIRENZESAKE CONSEGNA IN TUTTA ITALIA ! 

E A FIRENZE e MILANO ARRIVIAMO CON SAKE DELI!

PARLANO DI NOI SUL GAMBERO ROSSOunico delivery in Italia dedicato alla consegna a domicilio del sake giapponese.

COME FUNZIONA?

SAKE DELI ® è attivo nei comuni di Firenze e Milano ed è espresso, in giornata. Consegniamo tutti i giorni dalle 10:00 del mattino fino alle 20:00.

COME FUNZIONA?

E’ semplice.

SCEGLI IL SAKE, ORDINA & VERRAI CONTATTATO PER CONFERMARE ORARIO ED INDIRIZZO PER LA CONSEGNA.

Al momento dell’ordine, basterà inserire un indirizzo compreso nei comuni in cui è attivo SAKE DELI ® (Firenze & Milano) e il sistema in modo automatico segnalerà nell’ordine la consegna espressa senza ulteriori spese.

Entro un’ora dall’ordine verrete contattati per fissare l’orario più comodo per voi per la consegna.

Stasera ti va di ordinare un Ramen?  Yakitori?  Sushi?  Poke?  Sashimi? o un gelato o dessert di frutta?

… e ci vuoi abbinare un sake?

Il sake ordinato vi verrà recapitato in tutta sicurezza, alla giusta temperatura, all’indirizzo che ci avete segnalato e nell’orario che avete concordato.

SAKE DELI ® è un servizio esclusivo di FirenzeSake.

APPUNTI PER UN VIAGGIO INCREDIBILE IN GIAPPONE: GUNMA.

Dopo essere arrivati a Tokyo ed un breve soggiorno nella prefettura di Yamagata, una delle sei indicazioni geografiche tipiche del sake, i nostri eroi continuano il viaggio verso la prefettura di Gunma dove nel marzo del 2021 una piccola area, sotto il nome di Tone Numata, è stata insignita della denominazione geografica per la produzione di sake…

Gunma terra di sake e di terme…

SAKE GIAPPONESE AL SUPERMERCATO?

L’offerta di sake in Italia è abbastanza limitata e appena sufficiente. A volte addirittura priva di un criterio. Per cui la domanda sorge spontanea: dove si può comprare il sake? La risposta solleva interessanti spunti sulle scelte dei players del mercato del bevarage dove il sake alimenta e riflette l’idea di un deficit di cultura, di comunicazione e di una gestione commerciale in perenne ritardo.

Una nuova idea per abbinare il sake?

SAKE NEWS®

Ogni settimana troverete nuovi articoli nella sezione Sake News® del sito. Firenzesake nasce e continua a svilupparsi per far conoscere in Italia il mondo del sake giapponese. Questo è il nostro impegno. Vogliamo darvi notizie aggiornate, suggerimenti su come abbinare il sake e curiosità sul sake. Ogni settimana raccogliamo le vostre domande e le trasformiamo in articoli utili per conoscere il sake da dietro le quinte.

Sake News® vuole essere un servizio per voi e per la vostra sete di conoscenza.

Come abbinare il sake? Ce lo racconta Gaetano Cataldo nel descrivere l’ispirazione di uno chef professionista con una ricetta elegante e suggestiva…

Vi racconto una delle mie giornate in cantina..

Dove si produce il sake ci sono persone che lavorano senza sosta.

Forse vi è capitato di visitare una cantina dove da anni e generazioni si produce un vino tipico della vostra zona. E in una cantina di sake? Siete mai entrati in una cantina di sake?

Chi ci lavora? Chi sono quelle persone che dedicano anima e corpo, dalla mattina presto alla sera tardi, per continuare a produrre il fermentato tradizionale giapponese? Perché lo fanno, con quale motivazione?

Ho avuto la fortuna di poter lavorare a loro fianco per alcuni mesi. Vi racconterò, in compagnia di Daniele Cancellara, una giornata particolare, passata a produrre il sake.

Inside the sake world, avrei voluto chiamarla, dandomi un certo tono…e invece sarà una favola, come se ne raccontavano una volta… o, se vorrete stare al gioco, come ce le raccontavano quando ci piaceva sognare ad occhi aperti.

L’iscrizione è gratuita, ma dovrete prenotarvi un posticino qui sotto tutte le info necessarie….

Mix Sake Mix! Esiste una Scuola fiorentina?

Lunedi 29 Ottobre

MAD copia

ore 14.30. Firenze. @MAD SOULS & SPIRITS . Riservata agli operatori del settore.

Prenotazione obbligatoria: madsoulsandspirits@gmail.com

Giovanni Baldini presenterà Daniele Cancellara (Rasputin), Julian Biondi (MAD), Sacha Mecocci (Fusion – Art gallery) e Elisa Zurlini (Filippo MUD di Pietrasanta) con i quali esploreremo il Sake in miscelazione. Alla presenza del produttore di sake Arimitsu, Daniele Cancellara ci introdurrà nella miscelazione del sake e seguiremo le interpretazioni e le osservazioni  dei bartenders.

In occasione della presentazione del suo cocktail, riceviamo e volentieri pubblichiamo la descrizione narrativa del cocktail Kyusen presentato e creato da Sacha Mecocci, bartender Fusion -Art Gallery.

Kyusen Fusion

Kyūsen

Tregua

“Trovare una serenità duratura in noi stessi in compagnia d’altri: questo è il paradosso.” Sōshistsu Sen, XV iemoto del lignaggio Urasenke

Complesso, aromatico, fresco.
Una mia creazione originale ispirata alla cultura Nipponica, un drink che vuole accompagnare il momento in cui ognuno di noi si ferma e si ritrova con se stesso.
Kyūsen.

Lasciate che vi racconti la sua storia.
Tutti noi abbiamo bisogno, presto o tardi, di una tregua. I motivi possono essere molti; una giornata piena, un periodo stressante e faticoso, il lavoro, le fatiche quotidiane.
Qualunque sia il motivo, è un momento di raccoglimento dove ci fermiamo con noi stessi e ritroviamo calma ed equilibrio. Kyūsen nasce da questa idea. L’ispirazione principale risiede in uno dei rituali tipici della cultura giapponese: la Cerimonia del Tè. Nel pensare il mio drink ho voluto cogliere l’essenza dei quattro principi costitutivi di tale pratica secondo Sen no Rikyū: armonia, rispetto, purezza, tranquillità.

Sen_no_Rikyu_

Sen no Rikyū (1522-1591), immagine dipinta da Hasegawa Tōhaku (1539-1610)

Esiste una bellissima storia che racconta una vicenda accaduta fra un Samurai ed un Maestro del Tè. Quest’ultimo, dopo aver praticato la cerimonia per l’Imperatore, ricevette in dono due katana. Tornando verso il suo villaggio incontrò un forte e potente Samurai che, vedendo le due spade del Maestro, si sentì insultato e lo sfidò a duello. Il Maestro non aveva mai impugnato una spada; impaurito si recò a sua volta dal suo Maestro che gli consigliò di fare la cosa in cui primeggiava: la Cerimonia del Tè. Il giorno seguente, il Maestro incontrò il Samurai e con calma assoluta praticò la Cerimonia, preparando il tè per il suo avversario. Il Samurai, colpito dall’accaduto disse: “Sono sconfitto. Hai unito così perfettamente corpo e mente da battermi. L’unica cosa che possa fare con onore ad un uomo come te è chiedergli di insegnarmi. Saresti il mio maestro nella via della Cerimonia del Tè?”. Il Maestro rispose: ”Certo, ci incontreremo domani al tramonto.”

Sen no Rikyū (1522-1591), immagine dipinta da Hasegawa Tōhaku (1539-1610)

Kyūsen è un drink semplice; unisce il carattere di un distillato come il
gin ai profumi freschi e fruttati del sakè giapponese e del tè verde. Sulla carta un accostamento che può sembrare strano but it works!
Sedetevi, rilassatevi, sorseggiate con calma e godetevi la Vostra tregua.
Kampai.

Sacha Mecocci

– The Fusion Bar & Restaurant – Gallery Hotel Art Lungarno Collection

Akitora LOGO

Arimitsu Shuzo

Il Giro del Mondo…con il sake…1 giugno 2018

Akitora - Asahi-Junmai-Ginjo-

Finalmente è Estate.

Una serata al fresco in Villa.

Una girata nei dintorni di Firenze a scoprire il mondo attraverso cibi diversi…E senza prendere l’aereo. Possibile?

Arimitsu Shuzo è una cantina che viene dalla Prefettura di Kochi. Siamo nell’isola di Shikoku, nel sud del Giappone. La città, Aki, prende il nome da un condottiero che, per certi versi, somiglia al nostro Giovanni Dalle Bande Nere. Un Rivoluzionario con la R maiuscola per dovere e per onore a coloro che fecero l’impresa e non passano alla storia se non per i sentimenti che li animarono. Un condottiero del suo popolo. Una Tigre.

Akitora ha come simbolo la tigre. Nobile animale che è simbolo di molti valori … prosperità, felicità, saggezza….

I sake della Arimitsu Shuzo somigliano a vini bianchi gentili, manufatti artigianali prodotti con pazienza certosina. Nella cantina, quando si produce il sake si sente nel silenzio un sibilo in sottofondo che dice…Non c’è furia, non c’è fretta…il sake sta fermentando!

E aspettano che il sakè maturi.

Akitora-Omachi-Jun-Dai-

Per sapere dove clikka qui

Arimitsu

Akitora Junmai e Junmai Ginjo

.GRAZIE.

Presentazione della Selezione 2017 dei sake artigianali importati da Firenze Sake presso il Circolo Culturale Teatro del Sale. Con la partecipazione del critico e giornalista enogastronomico Aldo Fiordelli ed il supporto tecnico-logistico-culturale di Fabio Picchi. Momenti di mecenatismo a Firenze.

NA2A3353

NA2A3594NA2A3388NA2A3415NA2A3460NA2A3588NA2A3613

 

La notte del 20 Luglio ore 20. Sopra i tetti di Firenze.

Cosa ci aspetta il 20 Luglio?

Champagne, vini e…Sake giapponesi, solo da piccole cantine ed importati in esclusiva.

Quali sake? 

Yoshida Shuzo, una cantina della Prefettura di Fukui.

Yoshida è il nome della cantina. Hakuryu – con la “h” aspirata – il nome commerciale del suo sake. Il Drago Bianco è l’emblema che veleggia sulle bottiglie. Fondata nel 1792 rimane da allora il punto di riferimento per la produzione locale sia del riso che del sake da cui si produce. Un riso solo per il sake.

“Un sake di corpo…noi vogliamo che il nostro sake sia riconoscibile e ritrovi il suo tratto caratteristico nell’essere corposo” con queste parole la proprietaria che guida la cantina mi presentava il frutto del lavoro dei suoi dieci operai.

“Da tre secoli produciamo un sake che ha un’anima forte non nei gradi alcolici quanto nei sapori, un sake corposo e che imprime un ricordo…nessun compromesso, solo un’idea: la neve che si scioglie imprime una forza al fiume che scende dalla montagna. Il riso che coltiviamo trae forza da questa terra. Questa unione compone il nostro sake da più di duecento anni”.

Tomita Brewery, dal centro del Giappone la nostra cantina più antica.

schichihonyari-2

Tomita Brewery

Fondata nel 1542, la potete trovare in alcuni dei migliori ristoranti di Firenze. I suoi sake non aspettano altro che combinarsi con i piatti nostrani. Dolci, carne o pesce arrosto… a voi la scelta!

Sette giovani capitanati da un Toji che di esperienza ne ha e la dimostra in ogni momento sono il risultato di una scelta di vita: fare il sake come si faceva una volta. Non è una cantina, è una macchina nel tempo.

Vi aspettiamo Giovedì 20 Luglio alla Terrazza Brunelleschi (Hotel Baglioni) per una “spensierata” parlando del sake artigianale e delle sue evoluzioni…le domande saranno bene accette!

 

schichihonyaribn30

Tomita Brewery. Logo.

 

Print